Minnesota Starvation Experiment

Il Minnesota Starvation Experiment

Il Minnesota Starvation Experiment (M.S.E.), effettuato nell’Università del Minnesota tra il 19 novembre 1945 ed il 20 dicembre 1946, è tuttora lo studio più importante realizzato allo scopo di indagare gli effetti della restrizione calorica e della perdita di peso nelle persone di peso normale.

Nell’immediato dopoguerra le forze alleate si trovavano a muoversi in territori devastati dai bombardamenti e dalla miseria.

Foto e filmati dei corpi straziati dalla denutrizione incontrati dalle truppe che facevano accesso ai lager si diffusero rapidamente in tutto il mondo; uomini e donne sopravvissuti sopportando ogni tipo di frustrazione e con una alimentazione al limite della deprivazione calorica.

Un impatto notevole ebbe anche l’osservazione degli effetti devastanti su quei corpi della ripresa improvvisa di una alimentazione normale; soldati che donavano il proprio cibo ai prigionieri per poi constatarne la incapacità di nutrirsene o gli effetti negativi sul loro organismo ormai disabituato ad assimilare determinati alimenti.



Preso atto della scarsità di conoscenze scientifiche sul tema della malnutrizione tra il novembre 1945 e il dicembre 1946 presso l’Università del Minnesota il professore e consulente del dipartimento di guerra Ancey Keys diede il via allo studio clinico denominato Minnesota Starvation Experiment (M.S.E.).

Ancey Keys è anche ritenuto lo scopritore della cosiddetta “Dieta Mediterranea“.

>> LEGGI TUTTO L’ARTICOLO >>

BLOG